Associazione Diversamente A sostegno di persone con disagio psichico e dei loro familiari
Italiano
Italiano

Diversamente

L'Associazione Diversamente nasce nel 2004 da un gruppo di familiari che, partendo dalla propria esperienza personale, sono stati mossi dal desiderio di migliorare la relazione con la persona sofferente, avere più informazioni sul mondo della salute mentale e approfondire i rapporti con le strutture di cure.

Da allora Diversamente si impegna nell'accoglienza, ascolto e accompagnamento di familiari e amici di persone con disagio psichico, promuovendo forme di intervento rivolte al benessere della persona e alla cura del malato. 

Partendo da una prospettiva bio - psico - sociale e adottando un approccio multidisciplinare e centrato sull'alleanza, l'Associazione propone percorsi  individualizzati, psicoeducazione  in gruppo, passando da esperienze creative come i laboratori.

 - Associazione Diversamente

La nostra mission

Affrontare la malattia mentale non è facile. Ancora oggi esiste una forte stigmatizzazione perché non se ne parla abbastanza o perché le informazioni diffuse arrivano alle orecchie della gente in modo confuso e distorto creando pregiudizi e false credenze.

La verità è che può capitare a tutti noi di perdere l’equilibrio e di cadere in un profondo stato di malessere. Alcuni, grazie alle proprie risorse interne ed esterne, riescono a superare la crisi, altri ne restano incastrati e necessitano di un percorso di cura appropriato.

L’Associazione Diversamente è attivamente impegnata nella lotta contro lo stigma, promuovendo la corretta informazione sulla salute mentale e proponendo una relazione d’aiuto che contrasti il giudizio affinchè la persona sofferente possa sentirsi accolta e sostenuta dalla rete familiare e sociale.

Ascoltare: rubrica con proposte di riflessione dei nostri familiari

Questo vuole essere uno spazio dedicato a condivisioni di pensieri e spunti da parte dei nostri familiari. Eccone uno proposto da una mamma: 
 

"Gli uomini inventano divinità (da Prometeo al Progresso) che li liberino dal peso della vita, nel presepe invece - la mangiatoia non lascia spazio a teorie - questo peso viene accettato e riempito di senso: il lavoro, la festa, la fatica, il riposo, il pianto, la gioia, la malattia, il fallimento, la noia, il male, le relazioni, la meraviglia, la paura... tutto, proprio tutto, è occasione di vita. Il presente non è una condanna da scongiurare, mitizzando il passato (era meglio prima) o il futuro (sarà meglio dopo), ma una sfida: la libertà diventa così la chiave dell'esistenza, in quanto capacità di vivere ogni momento nella pienezza di senso che decidiamo di dargli. Per questo amo la frase di Cristo: 'Non preoccupatevi del domani: a ogni giorno basta la sua pena' che fa il paio con: 'Chi vuol venire dietro a me prenda la sua croce ogni giorno e mi segua'. L'unità di misura del tempo è per lui 'ogni giorno'; la vita di oggi, con tutto ciò che contiene, diventa l'occasione in cui, essendo sempre e comunque libero di amare Dio e gli altri, si può dare senso a ogni istante: nulla è assurdo e nulla va sprecato. Non è un vivere alla giornata, ma un vivere la giornata: né nostalgici né utopisti ma radicati e radicali nelle 24 ore"

 

Alessandro d'Avena

 

 

In partenza un nuovo progetto!

NEWS: Associazione Diversamente e Unione Samaritana, grazie al Bando del volontariato della Regione Lombardia, collaboreranno nel 2019 e 2020 al progetto “Un aiuto a chi aiuta"

L'idea nasce dall’incontro tra Associazione Diversamente e  Unione Samaritana e si propone di supportare la formazione e il benessere del volontario. Superato l’entusiasmo iniziale, infatti, il volontario può scontrarsi con affaticamento e senso di impotenza, che possono portare ad un alto livello di malessere. Associazione Diversamente e Unione Samaritana, forti della loro esperienza in questo campo, intendono fornire una solida base a livello formativo e un supporto continuo per migliorare il benessere dei volontari e ridurre l’abbandono dell’attività.

Le attività del progetto si articoleranno su tre obiettivi:

 la formazione, tramite corsi specifici dedicati ai volontari, incontri di approfondimento, gruppi di parola e incontri individuali con un professionista per affrontare difficoltà e situazioni problematiche;

● il supporto e benessere del volontario, possibile grazie ad un corso di mindfulness,  a gite sul territorio e ad attività all’aria aperta come il nordic walking;

● sensibilizzazione della cittadinanza attiva, tramite delle giornate aperte che consentano di conoscere più da vicino il tema del volontariato, anche in un’ottica di coinvolgimento di nuovi volontari e di giovani.

Ci si aspetta che il progetto consenta il consolidamento del lavoro di rete tra le Associazioni e con le Istituzioni pubbliche, oltre ad un aumento della qualità e dell’efficacia del lavoro volontario.